✍ Un vero sballo

Fede attende impaziente all’angolo della strada. Per allentare la tensione massacra fra i denti un chewing gum col quale produce, ogni tanto, delle bolle esplosive che le lasciano tracce di gomma agli angoli delle labbra. Labbra ingrossate dal botox e intinte in un rossetto malva. Le sue dita scorrono frenetiche sul display del melafonino dal quale non si stacca mai, nemmeno quando va a letto. Le unghie, sia delle mani sia dei piedi, sono lunghe e dipinte dello stesso colore del rossetto. E della stessa tinta è persino il suo minuscolo tanga Rykiel. Fra una bolla e l’altra aspira con voluttà una canna fatta in casa.

Fede ha un bel viso, ovale e liscio. Gli occhi, evidenziati da uno spesso strato di mascara nero, sono nocciola e sfrontati e il naso, piccolo e all’insù, celestiale, è ornato da un discreto nostril piercing sulla pinna destra. I lunghi capelli castani e ricci, volutamente scarmigliati, sono gonfi e temporaneamente liberi da colorazioni bizzarre. Un aderente top nero D&G riesce a malapena a contenere un seno prorompente i cui capezzoli tendono, come punta di lancia, il leggero tessuto. Un navel piercing spicca sul suo addome a uovo e apre la strada ad una sottile e lineare peluria che scende giù, giù sino al pube. Praticamente esposto, ostentato, inguainato com’è da un sottile elasticizzato e semitrasparente leggings nero Trussardi. Analoga sorte per le natiche marmoree, il cui candore e opulenza sono offerti agli occhi degli astanti.

Ale dorme beatamente. Un vero e proprio affresco di tatuaggi ricopre il suo corpo, i suoi muscoli palestrati dagli anabolizzanti. La testa rasata è ficcata sotto il cuscino, impregnato dall’intenso profumo dell’ultima conquista. Una notte infuocata innaffiata dall’alcol, dal fumo e dalla coca. Un vero sballo.

Fede è infurentita. L’ultimo trofeo non solo tarda ma è irraggiungibile. Ha consumato il display del suo prezioso e costoso cellulare per tentare di comunicare con lui. A pochi metri, davanti al bar gozzovigliano quattro o cinque tipi che non le hanno tolto gli occhi di dosso. Sputa la gomma, ormai esausta, e va su e giù sul marciapiede, incerta sul da farsi. E senza sottrarsi agli sguardi lubrici e affamati di quegli sfaccendati. Anzi, la certezza di provocarne gli appetiti, di solleticarne le fantasie la eccita e la esalta. I delfini tatuati sulle sue caviglie e sul collo presenziano, come sempre, attoniti agli eventi.

Il sole è già alto quando il palestrato si ridesta. L’orologio gli rammenta l’appuntamento. Il ritardo è notevole ma Ale è sopraffatto dall’indolenza. Con gli occhi chiusi dalle palpebre ancora pesanti come saracinesche, medita se valga la pena scapicollarsi per quella gnocca o, invece, sia meglio rituffarsi tra le coltri e recuperare energie per la notte imminente.

Col capo chino Fede osserva per un momento le basole sconnesse del selciato e le loro asperità. Poi, con gesto rapido, deciso quanto teatrale, ributta la testa all’indietro con la sua massa di capelli ricci. Fischi sibilanti di ammirazione e un applauso si levano dalla parte del bar. Fede sorride poi, con piglio risoluto, inforca gli occhiali da sole, Fendi dalle lenti scurissime, e si avvia sulle sue zeppe Prada verso il gruppo degli ammiratori.

Il rombo dell’Harley Davidson Fat Bob scuote l’atmosfera per qualche istante. Ale, cavalcioni della sua adorata moto, dà uno sguardo panoramico alla ricerca della sua compagna. Toglie persino i Carrera azzurrati che ha perennemente appiccicati sul naso. E finalmente riesce a vederla. Sta uscendo dal bar avvinghiata a un tipo dai capelli lunghi e dalla faccia butterata. Lei gli fa un cenno di saluto, un mezzo sorriso e, dopo aver ben divaricato le cosce, salta a bordo della Yamaha YZF-R6 del butterato e vi si abbarbica come una cozza sullo scoglio. In un batter di ciglia son bell’e scomparsi.

✡ ogni riferimento a persone, cose, fatti o animali è puramente casuale

2 pensieri su “✍ Un vero sballo”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...